ISLANDA: DOPO BARDARBUNGA UN'INTENSA ATTIVITA' SISMICA SUL TORFAJOKULL


Nelle ultime 12 ore un'intensa attività sismica si è verificata nell'area centrale della caldera del vulcano Torfajokull.
La storia del sistema si estende almeno di 800.000 anni, probabilmente il più antico vulcano del paese.
Ci sono segnali di enormi potenti eruzioni preistoriche nel sistema che hanno prodotto fino a 20 km3 di lava.

La zona del sistema del Bárðarbunga si estende fino al sistema Torfajökull.
L'area del vulcano Torfajokull sembra essere strettamente legata ai processi di fratturazione che producono eruzioni lineari nell'area del vulcano Bardarbunga.
Nel febbraio del 1477, il Bárðarbunga eruttò con una combinazione catastrofica di una eruzione fessura regionale, con un'eruzione subglaciale esplosiva, un 'imponente flusso piroclastico, esplosioni freatiche e colate di lava che hanno inflitto gravi danni in Islanda. Con un indice di esplosivo di 6, questa è stata una delle eruzioni vulcaniche più grandi del mondo.
Questo evento ha prodotto la più grande conosciuta colata lavica durante gli ultimi 10.000 anni sulla Terra (più di 21 chilometri cubi di volume).

Nello stesso periodo avvenne l'eruzione del vulcano Torfajökull e consistette nell'emissione della più grande area di roccie effusive al silicio in Islanda.
In queste ore oltre un centinaio di terremoti si è manifestata nell'area centrale del campo vulcanico ad una profondità variabile da 9 a 1 chilometro e una magnitudo massima di 2.8 finora.
Questa sembra essere chiaramente un'intensa intrusione di magma all'interno del sistema vulcanico che nonostante si tratti di un vulcano piuttosto tranquillo già negli ultimi anni ha manifestato fenomeni simili anche se meno intensi di quello attuale.

Al momento l'attività sismica è troppo bassa per parlare di un possibile rischio eruttivo tuttavia se si verificasse un'eruzione non sarebbe certamente un pericolo dal momento che l'area in questione è disabitata, tuttavia il potenziale eruttivo è il medesimo dei vulcani esplosivi in grado di produrre nubi ardenti e flussi piroclastici, a differenza del vicinissimo Katla, Torfajokull possiede un magma estremamente denso tipico di vulcani come Saint Helens e Peleè.

Sopra un'esempio di come potrebbe essere lo stile eruttivo del vulcano Torfajokull in caso di eruzione.Al momento non ci sono segnali di fenomeni eruttivi nel breve termine, tuttavia i fenomeni come sappiamo potrebbero cambiare all'improvviso.

Commenti